venerdì 1 luglio 2016

Insalata di riso Venere con ciliegie, formaggio, prosciutto e rucola

Per preparare questa ricetta recatevi prima di tutto al mercato ortofrutticolo della vostra città.
Girate tra i vari banchi che espongono la frutta di stagione e concentratevi sulle ciliegie.
Trovatene di sode, lucide, prive di ammaccature.
Assaggiatele, se potete, e assicuratevi che siano saporite, dolci e croccanti.
Acquistatele e spostatevi presso uno dei banchi della gastronomia.
Prendete il numero dal distributore eliminacode e aspettate il vostro turno.
Osservate il gastronomo che affetta prosciutti, salumi, formaggi e pagnotte, prodotti tutti orgoglio e vanto della nostra gastronomia.
Ascoltatelo mentre dispensa a voi e agli altri clienti in attesa i suoi consigli di gastronomia, allungandoveli oltre il bancone insieme al latte fresco e al riso integrale.
E magari, tornando a casa con gli ingredienti della ricetta, cogliete l'occasione per qualche riflessione... sulla parola gastronomia! ;)

Gastronomia
Significato: 'Arte della cucina'
Attraverso il francese gastronomie, dal greco gastronomia, composto di gaster 'ventre' e -nomia, da nomos 'legge'
Il ventre è simbolo di istinti e appetiti sregolati. Perciò una parola che ne definisca la disciplina risulta avere un mordente straordinario.
La gastronomia è quell'arte - anzi, secondo l'etimologia una legge, una regola - che, ordinando la preparazione del cibo, ne ordina anche la fruizione. Certo, in pratica altro non è che l'arte culinaria. Ma il nome gastronomia già contempla una teleologia: non è semplicemente la trasformazione del cibo che avviene in cucina, ne proietta il serissimo scopo - uno scopo, come da italiani sappiamo compiutamente, la cui altezza è da coltivare quotidianamente, serto di estetica, salute, cultura, civiltà.
E fa sorridere allora vedere questa parola nelle insegne di tanti negozi: di rado un'insegna è il luogo per concetti così grandi.
Come sempre, da Unaparolaalgiorno.it :)


Insalata di riso Venere con ciliegie, formaggio, prosciutto e rucola



ricetta originale presentata in tv da Anna Moroni

Ingredienti per 4 persone:
300 g di riso Venere integrale parboiled
200 g di ciliegie
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 rametto piccolo di rosmarino fresco
100 g di prosciutto cotto (senza glutine per chi deve evitarlo, altrimenti normale o cotto di Praga)
100 g di brie
50 g di pistacchi al naturale
2 cucchiai di aceto di mele
100 g di rucola
sale

Preparazione:
Lessate il riso per il tempo indicato sulla confezione, scolatelo e raffreddatelo sotto l'acqua corrente.
Mentre il riso cuoce, lavate, asciugate e denocciolate le ciliegie lasciandole  intere (usate l'attrezzo per denocciolare le olive). Mettetele in padella con un cucchiaio di olio e il rametto di rosmarino e spadellatele per pochi minuti a fiamma media per insaporirle. Toglietele dal fuoco e lasciatele raffreddare.
Tagliate a dadini o a striscioline il prosciutto cotto e il brie.
Tostate i pistacchi su fuoco medio per qualche minuto, trasferiteli in un piatto, fateli raffreddare e tritateli grossolanamente al coltello.
Mescolate il riso raffreddato e ben scolato con le ciliegie, il prosciutto cotto, il brie e i pistacchi. Condite con un cucchiaio di olio e l'aceto di mele e salate.
Condite la rucola con l'ultimo cucchiaio di olio e il sale e allargatela in un piatto di servizio o in piatti individuali. Disponetevi sopra l'insalata di riso e guarnitela con qualche ciliegia.


Questa ricetta partecipa al 100% GLUTEN FREE FRI(DAY) di Gluten Free Travel and Living.

I Love Gluten Free (FRI)DAY – Gluten Free Travel & Living

2 commenti:

  1. assolutamente goloserrima!! buon fine settimana, un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Sei grande! :D
      Buon fine settimana! :*

      Elimina

Benvenuti in casa GaudioMagno!
Lasciateci un pensiero, ci farà piacere e vi risponderemo appena possibile. :)

I commenti pubblicitari con link a siti di vendita online sono invece considerati altamente molesti e NON VERRANNO PUBBLICATI: preghiamo i venditori di rivolgersi altrove.