giovedì 3 aprile 2014

Tagliatelle carciofi e stracchino

E' fine settimana, e che non cucini qualcosa di sfizioso? di interessante? "Eccerto"...

Lei: "vorrei provare a fare quella pasta con i carciofi e la crema di stracchino... lessi i gambi a parte e li frulli con lo stracchino... ho preso la ricetta da La prova del cuoco"
Lui: "... interessante... si dai facciamoli io preparo le fettuccine, ora che andiamo al mercato prendiamo i carciofi."
Lei: "e quando fai le fettuccine?"
Lui: "beh, stasera.... o domani che è domenica?"
Lei: "ma si dai..."

Nonna si alzava presto per preparare le fettuccine e il pranzo della domenica... ma io... beh, non ci penso proprio, accidenti è domenica!!!
(Click per ingrandire)
Allora, preparo la spianatora, prendo un pacco di doppio zero, due uova... la commare viene a pranzo. Predispongo la fontana di farina sulla spianatora, ci faccio un bel buco al centro e ci rompo dentro le mie due uova e comincio ad impastare...

Lei: "hai fatto due uova e due etti di farina?"
Lui: "no, no... ho fatto due uova e la farina che si prende..."

Due occhi mi guardano... hanno un'aria che oscilla tra il perplesso, lo stupito e il...sei il solito superficiale. Che sembravano dire " ma che mi sta a significare: due uova e la farina che si prende?" ... notare l'inserimento di stampo Montalbano. Invece stringe due dita a croce e tenta l'esorcismo... "esci dal suo corpo... anima carbonara... in nome della beata Quartina... esci dal suo corpo e torna in purgatorio..."

Lei: "ma non vedi come è duro l'impasto? Per me ci hai messo troppa farina... "
Lui: " ma no dai che deve essere solo lavorato un po'..."
Lei: "... sarà...è un po' che lo lavori...."

Dopo una buona mezz'ora di riposo dell'impasto sotto una ciotola...
Lui: "...ehiiii... vieni un po' a vedere com'è ora?"
Lei: "...l'ho gia visto...."
Lui: "ah, visto com'è bello?"
Lei: "...."

Ebbene sì, è chiaro che l'arte culinaria è scienza. La ripetibilità di una ricetta si basa proprio sul fatto che una ricetta ha i suoi ingredienti e una procedura per amalgamare e sposare quanto elencato nella sezione predetta, fino a giungere al risultato finale!!! Ecco.

Si ma... ma de che? Un po' di "interpretazione" non ce la vogliamo mettere? Una qualche vena di follia... dico proprio di si. In fondo, cucinare è di fatto esprimere se stessi.
Ergo:

Ingredienti per tre persone

Per l'impasto:
due uova medie
farina 00, la quantità che si prende l'impasto (orientativamente un etto a uovo)

Per il condimento:
tre carciofi romaneschi con il gambo
un etto di stracchino
due cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
uno scalogno
1 limone
2 foglie di alloro
sale, q.b.
peperoncino
50 g di pancetta a cubetti (oppure due fette di pancetta tesa che ridurrete a cubetti)
olio extra vergine d'oliva

Preparazione
Pulire i carciofi, dividere i calici dai gambi, togliere le foglie più dure e le barbe. Ripulire poi i gambi dalla parte esterna più dura, tagliare i calici a julienne e i gambi a tocchetti.
Lessare i gambi in un pentolino con una foglia d’alloro spezzata a metà, per circa 10-12 minuti.
Al termine della cottura, scolarli e frullarli con un paio di cucchiai di parmigiano grattugiato e con lo stracchino. Regolare la densità aggiungendo un po' dell'acqua di cottura dei gambi (oppure con un po' di latte) e tenere in caldo.
Far appassire in una padella ampia lo scalogno tritato finemente, con olio d'oliva e un po' di peperoncino. Aggiungere la pancetta a cubetti. Sfumare con un poco di vino bianco. Quindi rosolare i rimanenti carciofi tagliati a julienne per circa 15 minuti.

Lessare le tagliatelle e  scolare al dente. Una volta scolate unirle in padella con i carciofi per alcuni minuti.
Amalgamarle poi con la crema di carciofi e formaggio. Servire cospargendo di parmigiano grattugiato.

Per questa ricetta hanno... giocato a quattro mani... lui ha fatto le fettuccine... lei si è occupata del condimento. Insieme alla commare l'hanno spazzolata.... ebbene? Dopo la degustazione, modello kaimani affamati:
Lei: ".... che ne pensi?"
Lui: "...mumble... secondo me manca qualcosa... ci avrei messo un po' di pancetta o guanciale a cubetti e un po' di peperoncino..."
Lei: "...forse..."
Lui: "... mi sa che la rifaremo...."

(Click per ingrandire)


Ebbene? Ma negli ingredienti citi proprio pancetta e peperoncino... Vi svelo l'arcano. La ricetta originale non prevedeva pancetta e peperoncino. Così l'abbiamo rifatta e inserendo pancetta e peperoncino è decisamente più buona. Ve la riproponiamo in questa versione, buon appetito.

P.s. per accompagnare questo piatto un buon vino bianco, gli amici dell'Ais suggeriscono uno chardonnay...

2 commenti:

  1. ...non si finisce mai di imparare, Stasera ho scoperto che i "Ti potrebbero interessare... LinkWithin..." cambiano in continuazione egli piace cambiare :D.... come alle scale del castello di Hogwarts di Harry Potter...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. me so commentato da solo.... non sarà che comincio a essere un po' "fulminato" ????

      Elimina

Benvenuti in casa GaudioMagno!
Lasciateci un pensiero, ci farà piacere e vi risponderemo appena possibile. :)

I commenti pubblicitari con link a siti di vendita online sono invece considerati altamente molesti e NON VERRANNO PUBBLICATI: preghiamo i venditori di rivolgersi altrove.

Ti potrebbero interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...