venerdì 19 dicembre 2014

Zuppa destrutturata con castagne e fave secche

Dopo molti esperimenti.
Dopo molti abbinamenti.
Tutti riusciti.
Alcuni riuscitissimi.
Castagne e fagioli.
Castagne e piselli.
Castagne e ceci.
Castagne e lenticchie.
Mi sarei potuta fermare.
Invece no.
Un neurone sobillatore mi ha istigato.
Perché non metti insieme il dolce delle castagne e l'amaro delle fave e vedi che succede?
Già... che succede?

Zuppa di castagne e fave secche



Ingredienti per tre persone:
1 scalogno
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
30 g di guanciale
2 foglie di alloro
200 g di fave secche decorticate
150 g di castagne bollite, varietà marroni
un litro di brodo vegetale
erba cipollina e nocciole tostate per guarnire

Preparazione:
In una pentola fate stufare lo scalogno tritato con l'olio.
Unite il guanciale tagliato a dadini e le foglie di alloro lavate e spezzate.
Fate rosolare il guanciale per pochi minuti, poi aggiungete le fave e le castagne spezzettate e mescolate.
Lasciate insaporire per qualche minuto e coprite con il brodo caldo.
Cuocete a fuoco basso per circa 30 minuti o finché le fave non saranno ben tenere.
Servite la zuppa calda.


Se la volete destrutturare, lasciate raffreddare una porzione nella pentola (io l'ho tenuta da parte per il giorno dopo). Una volta fredda la troverete rappresa per l'azione gelificante del grasso di maiale.
Affondatevi un coppapasta rotondo unto d'olio, togliete con un cucchiaio la zuppa all'esterno del coppapasta, infilate una paletta sottile sotto il coppapasta, sollevatelo, deponetelo in un piatto, sfilate la paletta da sotto al coppapasta e infine eliminate il coppapasta.
Scaldate il resto della zuppa finché sarà tornata cremosa e realizzate i decori sul piatto, completando con castagne e fave a pezzetti, rondelle di erba cipollina e nocciole tostate tritate al coltello.


Questa ricetta partecipa al 100% GLUTEN FREE FRI(DAY) di Gluten Free Travel and Living...

I Love Gluten Free (FRI)DAY – Gluten Free Travel & Living

12 commenti:

  1. Ho letto di sfuggita il titolo del post ed ho pensato "ma che le ha fatto di male 'sta zuppa per distruggerla"?!?!?!?!? Poi ho guardato la foto (sante immagini!!!) ed ho realizzato che forse dovevo concedermi una seconda lettura del titolo ^_^.
    Credo di aver fatto bene. In questo periodo sono talmente in balia dell'ormone e degli sbalzi d'umore che avrei potuto denunciarti all'ente nazionale protezione zuppe!!
    Sembra deliziosa anche consumata nella sua forma canonica :-)))).
    Un bacione e buon w.e.!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, ti prego, mi manca solo una denuncia!
      E proprio al blog più "zupposo" della rete! :D
      Ti confesso che questa zuppa è nata proprio per essere consumata nella sua forma canonica, una sera a cena.
      Me ne è avanzata un po' e l'ho conservata per il giorno dopo.
      Arriva l'ora di pranzo e la trovo solidificata.
      E allora il neurone Creativo (ne ho sette, sai, come i Sette Nani!) mi fa: "Perché non la prendi un coppapasta..." eccetera eccetera! :D :D :D

      Elimina
    2. ...e tutto il resto è storia...!!!! :-))))
      W le zuppe!
      Franci cara...passo nel tuo angolino zupposo (ma non solo) per fare a te ed a Nico i miei + cari auguri di buon Natale!!!
      Ci rileggiamo nel nuovo anno :-)
      Un caro abbraccioooooooooooo!!!

      Elimina
  2. Ecco, con le castagne mangerei ogni cosa e adesso mi hai messo la pulce nell'orecchio… solo che io la voglio rigorosamente calda… però è simpatica da vedere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho preparata per cena e l'ho mangiata calda.
      Quello che è successo dopo, l'ho appena scritto alla Riccia. ;o)
      Dopo aver fotografato la zuppa destrutturata fredda, l'ho scaldata e l'ho mangiata! :D
      Noi continuiamo a provocarci a vicenda... Ho appena comprato le castagne del prete e scommetto che sai cosa ci farò! ;o)

      Elimina
  3. zuppa con le castagne del prete?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!
      Appena posso la devo provare!!!!!

      Elimina
  4. Wow qui si trovano sempre delle ottime zuppe e piatti con legumi e frutTa secca!! Fantastica ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!
      Sono veramente veramente felice che ci siano persone che le apprezzano cosi' tanto!!
      P. S. Mi ricordi il tuo nome? ;o)

      Elimina
  5. Già solo il verbo "destrutturare" mi sconfinfera assai :)) poi con le fave secche ci vado a nozze (è la mia zuppa preferita con le cicorie), con le castagne ci vado... ehm... mi piacciono un sacco! che dire... destrutturiamo!
    Tanti auguri miei cari! vi abbraccio tuttedduetuttattaccati!!!

    RispondiElimina

Benvenuti in casa GaudioMagno!
Lasciateci un pensiero, ci farà piacere e vi risponderemo appena possibile. :)

I commenti pubblicitari con link a siti di vendita online sono invece considerati altamente molesti e NON VERRANNO PUBBLICATI: preghiamo i venditori di rivolgersi altrove.