venerdì 30 giugno 2017

Filetto di salmone fresco con salsa al Porto, ciliegie e noci

Chiudete gli occhi.
Immaginate dune di sabbia rossa, altissime.
Immaginate di salire fino alla cima di una di quelle dune, con i piedi immersi nella sabbia fresca e umida per la pioggia recente.
Immaginate che di là da quella se ne stendano altre davanti ai vostri occhi, chiazzate di vegetazione: erba, cespugli, arbusti, alberi.
Immaginate, oltre l'ultima duna, una distesa di acqua azzurrina, vasta come il cielo arruffato di nubi che la sovrasta e vi si specchia.
Aprite gli occhi e dimenticate i Caraibi, le Maldive, le Hawaii, Sharm El Sheik o qualunque altra località marina a cui questa visione vi abbia fatto pensare.
Perché non vi trovate in un paradiso tropicale e quello davanti a voi non è l'oceano.
Siete nel nord degli Stati Uniti e quello davanti a voi è il Michigan Lake.

Immaginate che i vostri parenti americani del Michigan vi portino a cena nel miglior ristorante italiano della zona.
Immaginate di scorrere l'intero menù, dalla Zuppa del giorno al Vitello Casa Blanca, passando per per la Mamma's Lasagna e il Pollo Parmigiana, e di soffermarvi con curiosità sull'unico, forse, piatto veramente americano di tutto il menù, esente da qualsiasi contaminazione esterofila e anzi preparato con alcuni degli ingredienti più tipici del luogo in cui vi trovate: il salmone, le ciliegie e le noci.
Traverse City Salmon, ossia filetto di salmone fresco alla griglia con noci e ciliegie essiccate di Traverse City in salsa demi-glace al Porto...

Sorvolo sul contorno di verdure saltate che lo accompagna.
Il Traverse City Salmon, però, è uno dei piatti più buoni che io abbia mai mangiato.
E, sissignori, sto parlando di un piatto americano!
Irripetibile purtroppo, almeno per quello che mi riguarda, perché il barbeque a casa GaudioMagno non c'è e perché di mettermi a fare la salsa demi-glace, facendo bollire per delle ore delle ossa di bovino con trenta gradi in cucina, non se ne parla nemmeno.
Ma quel piatto indimenticabile devo pur replicarlo in qualche modo!

Cottura del salmone in padella e salsa densa al punto giusto ma facile e veloce grazie a un semplice roux bianco.
Noci croccanti, ciliegie fresche appena scaldate (i miei adorati duroni dalla polpa soda e compatta) e tutto il colore e il profumo del Porto Ruby.
Non è come il Traverse City Salmon di Francesco's, ma come alternativa non è affatto male! ;-)

Per inciso: da Francesco's servono un ottimo Minestrone!

Filetto di salmone fresco con salsa al Porto, ciliegie e noci



con un piccolo aiuto di Martha Stewart (sempre sia lodata!)

Ingredienti per 2 persone:
2 filetti di salmone fresco con la pelle, del peso di circa 150 g ognuno
olio extravergine di oliva
sale
5 g di burro
5 g di farina di riso
100 g di Porto Ruby
un pizzico di sale
70 g di ciliegie (peso netto), denocciolate e tagliate a metà (o in quarti se sono grandi)
10 g di noci sgusciate e spezzettate a mano

Preparazione:
In un piatto fondo ungete bene i filetti di salmone con un po' d'olio e salateli.
Scaldate una padella antiaderente e appoggiatevi i filetti dal lato della pelle. Cuoceteli a fuoco medio per 3 minuti, poi voltateli sul lato opposto e cuoceteli per altri 3 minuti. Dovranno risultare opachi in superficie ma ancora rosati all'interno. Se sono grandi, cuoceteli per 1-2 minuti anche sugli altri due lati, ma evitate assolutamente di stracuocerli.
Trasferiteli in un piatto e copriteli con un foglio di alluminio, senza sigillare il piatto, per tenerli caldi mentre preparate la salsa.
In un'altra padella, sciogliete il burro a fuoco medio, unite la farina e mescolate bene con un cucchiaio di legno, per 30 secondi, poi versate il Porto e alzate la fiamma per far evaporare l'alcool. Cuocete sempre mescolando finché la salsa non si addensa, velando il dorso del cucchiaio, per un paio di minuti circa.
Salate e aggiungete le ciliegie cuocendo ancora per 1 minuto, giusto il tempo di farle scaldare, e infine le noci. Mescolate bene. Se necessario, regolate la consistenza della salsa aggiungendo un po' d'acqua: deve essere densa e non colare, ma neanche cadere pesantemente dal cucchiaio.
Disponete i filetti di salmone ancora caldi nei piatti e ricopriteli con la salsa. Servite immediatamente.


Questa ricetta partecipa al 100% GLUTEN FREE FRI(DAY) di Gluten Free Travel and Living...

I Love Gluten Free (FRI)DAY – Gluten Free Travel & Living

... e al #GFCalendar di giugno sulle ciliegie di Gluten Free Travel & Living e la collaborazione di Silvia di Eppur non c'è.


Come dire... da giudice a concorrente! :-)

2 commenti:

  1. Mamma mia, vorrei proprio assaggiare quel salmone, perché immagino la bontà... Non mi resta che copiarti la ricetta per non rimanere a bocca asciutta. Bellissima reinterpretazione, mi hai davvero spiazzata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, mi sa proprio che stavolta ti tocca... Di corsa in cucina, donna! :D

      Elimina

Benvenuti in casa GaudioMagno!
Lasciateci un pensiero, ci farà piacere e vi risponderemo appena possibile. :)

I commenti pubblicitari con link a siti di vendita online sono invece considerati altamente molesti e NON VERRANNO PUBBLICATI: preghiamo i venditori di rivolgersi altrove.

Ti potrebbero interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...