venerdì 9 ottobre 2015

Insalata tiepida di calamari e radicchio con uvetta, pinoli e riduzione di balsamico

Non ce la posso fare.

Mattina di un giorno qualunque.
"Cosa, Franci? Sei stata in ospedale? Non ne sapevo niente! Ma cosa hai avuto?"
"Un attacco di gastrite piuttosto forte."
"Oddio! E per quale motivo?"
"Non lo so. Forse ho mangiato qualcosa che mi ha irritato lo stomaco. Magari troppo peperoncino."
"Ma forse... come si chiama quella cosa che adesso hanno tutti?"
"Celiachia."
"Ecco, magari hai quella!"

Non ce la posso fare...
Se volete sapere perché non ce la posso fare, leggete qui.

Insalata tiepida di calamari e radicchio con uvetta, pinoli e riduzione di balsamico



questa ricetta l'ho vista presentare in tv da Renato Salvatori
ma da quel giorno l'ho fatta così tante volte
e con così tante varianti
che non mi ricordo più quali sono gli elementi della ricetta originale
e quali sono invece le mie modifiche!

Ingredienti per due persone:
2 cespi di radicchio lungo (o radicchio tondo, o rucola o un misto di rucola e radicchio)
4 calamari (o totani) di grandezza media
25 g di pinoli
25 g di uvetta
60 ml di aceto balsamico (se è quello comune del supermercato; se è quello vero, qualche goccia)
paprika piccante
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
sale

Preparazione:
Tostate i pinoli in un padellino antiaderente a fuoco medio per 4 minuti, poi lasciateli raffreddare in un piattino.
Fate rinvenire l'uvetta in un po' d'acqua.
Affettate il radicchio, lavato e asciugato, e mettetelo in una ciotola ampia.
Tagliate a rondelle i calamari e poneteli in una larga padella antiaderente. Cuoceteli a fuoco medio-alto fino a far loro perdere tutta l'acqua (mi verrebbe da dire acqua di vegetazione, se non stessimo parlando di animali!), scolandola dalla padella a mano a mano che fuoriesce dai calamari. Ci vorranno 5-10 minuti. Una volta che tutta l'acqua sarà stata eliminata alzate la fiamma e lasciate arrostire i calamari per 2-3 minuti. Al termine della cottura i calamari dovranno essere morbidi.
Cospargete i calamari con la paprika piccante.
Nel frattempo fate ridurre l'aceto balsamico in un pentolino scoperto a fuoco medio-basso fino a un terzo della quantità iniziale.
Condite il radicchio con i pinoli tostati, l'uvetta sgocciolata, il sale, l'olio e metà della riduzione di aceto balsamico. Disponetelo in un piatto da portata, adagiatevi sopra i calamari caldi e cospargeteli con il resto della riduzione. Servite immediatamente.


Questa ricetta partecipa al 100% GLUTEN FREE FRI(DAY) di Gluten Free Travel and Living.

I Love Gluten Free (FRI)DAY – Gluten Free Travel & Living

Warm salad of calamari and radicchio (red chicory) with raisins, pine nuts and balsamic vinegar reduction

Ingredients (serves: 2):
2 heads of radicchio (or round radicchio, or arugula, or a mix of arugula and radicchio)
4 calamari, medium size
25 g of pine nuts
25 g of raisins
60 ml of balsamic vinegar (the kind commonly found in every food store)
hot paprika
1 tablespoon extra virgin olive oil
salt

Directions:
Roast the pine nuts in a nonstick frying pan over medium heat for 4 minutes, then remove them from the pan and let them cool.
Soften the raisins in a bit of water.
Chop the radicchio, washed and dried, and place it in a large bowl.
Cut the calamari into rounds and place them in a large nonstick skillet over high heat. Cook over medium-high heat until they lose all the water, removing it from the pan as it comes out of the calamari. It will take 5-10 minutes. Once all the water has been removed, turn up the heat and roast the calamari for 2-3 minutes. They should be soft.
Meanwhile, let the balsamic vinegar reduce in a small saucepan over medium-low heat, up to one third of the initial quantity.
Season the radicchio with the roasted pine nuts, the drained raisins, salt, oil and half of the balsamic vinegar reduction. Arrange it on a platter, top with the warm calamari and sprinkle them with the rest of the reduction. Serve immediately.

9 commenti:

  1. Tesorooooooo, magnifica ricetta!!! Adoro l'agrodolce e... non è che sei celiaca? E da quanto tempo sei tornata dall'India? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :DDDDDDDDDDD
      Quando hai qualcosa che riguarda stomaco/intestino e non si capisce che cosa hai....oramai va di moda sentenziare: "MA CHE SEI CELIACA?"
      Della serie siamo tutti medici....ihihihihihihihihihih
      Gaudio e Magno.... ahimè tornarono dall'India....oramai due anni orsono....lasciando li un pezzo di cuore..... magari riandremo a riprenderlo, chissà....

      Elimina
    2. Ahahahahahahahahahahahah!! Grazie, Stefania! :D
      Adesso ho capito perché la celiachia è cosi' diffusa... perché a quelli che non ce l'hanno gliela tirano!!! :D

      Elimina
  2. Innovativa ed interessantissima questa cottura dei calamari!!!! :-))))))))))
    Mi piace assai questa ricetta, perché racchiude in un colpo solo i sapori caratteristici della Sicilia, con le uvette e i pinoli, e quelli del Veneto con il loro pregiato radicchio! ;-)

    Dicono che il pesce faccia bene e che bisogna mangiarlo almeno due volte a settimana no?? (che patetica scusa...) :-DDDDD
    Ecco, appena trovo du' calamaretti freschi freschi questa ricettina sarà mia!!

    Grazie, grazie grazie per averla condivisa!

    Un felice we a te e Nico! :-* :-*



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova anche le varianti: buonissima anche con la rucola e con i totanetti!
      Quanto all'innovativa cottura dei calamari, dietro c'è una storia... ;o)

      Elimina
    2. :-DDDDDD

      Ok, proveremo anche le varianti! ;-)
      Bacio e buona settimana! :-*

      Elimina
  3. non si può capire quanto mi piacciano queste insalate! ogni volta che vado da mia mamma me la fa trovare questa squisita insalata ma non con tutte queste buone cosine di cui le parlerò! un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi farebbe piacere sapere come la fa tua madre... mi piacciono gli scambi culturali!
      Grazie e a presto. :o)

      Elimina

Benvenuti in casa GaudioMagno!
Lasciateci un pensiero, ci farà piacere e vi risponderemo appena possibile. :)

I commenti pubblicitari con link a siti di vendita online sono invece considerati altamente molesti e NON VERRANNO PUBBLICATI: preghiamo i venditori di rivolgersi altrove.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...